lifestylevintage

Vintage Vintage Vintage

vintage

Il pregio del vintage, un brindisi al passato.

Vintage: i blogger e le riviste per fashion addicted non fanno che parlarne. Gli organizzatori di eventi e i wedding planner non possono non aggiornarsi. L’argomento é bello caldo, sempre attuale. Ma…. non stiamo parlando di roba vecchia ?
É in pieno corso l’estate all’italiana -ma non solo italiana- zeppa di serate a ritmo di lindy hop, boogie woogie e rock ‘n roll, in cui il dress code é assolutamente anni ’40 ’50 e ’60.

Ok, ma capiamo meglio questo fenomeno.

Cos’é il vintage?

Come sempre mi piace andare a fondo dell’etimologia dei ogni parola.
La parola vintage ha varie derivazioni e probabilmente qualcuna é meno reale di altre, ma fondendole insieme si ha una definizione completa quindi prendiamole per buone!

Dal latino vindimia e dal francese vendenge cioé vendemmia, e anche vingt d’age cioé venti anni, e probabilmente dall’inglese wine, semplicemente vino.

Ecco a voi il significato di VINTAGE, ossia stili, modi di fare, utensili e abitudini risalenti ad almeno 20 anni fa, ritenuti preziosi come un vino millesimato, cioè numerato e quindi pregiato, prodotto da una vendemmia di buona annata.Rientrano nel concetto di vintage i capi di abbigliamento, accessori, complementi d’arredo e oggetti d’arte, e tutte quelle attività quotidiana come i balli e la musica, provenienti dal passato.

Abiti e stile vintage
Ginger Roger & Fred Astaire

Molti fanno confusione con rétro (alla francese, con l’accento sulla o). A differenza del vintage, che è originale e quindi proviene da un’epoca passata, lo stile rétro simula il vintage.

Gli fa l’occhiolino per così dire, ma è stato fabbricato oggi (con tecniche e materiali quasi sicuramente introvabili nel passato). Molti si appassionano al vintage passando per il rétro, come è successo a me: meno costoso e più facile da reperire.

Esempi? Oltre all’abbigliamento, in tantissime collezioni attuali si ritrovano elementi di coincidenza col passato come il ritorno delle gonne a ruota, e molti oggetto d’uso comune, accessori per la casa, automobili riprendono le linee morbide del vintage e i suoi colori pastello.

Telefono vintageCosa rende così speciali gli oggetti vintage? In fondo sono solo vecchie cose, probabilmente usurate oppure invecchiate dal non uso. Gli oggetti parcheggiati in cantina per tanti anni, si sa, accumulano polvere, ruggine, e macchie di umiditá, il che non gioverá al loro aspetto esteriore, trasformando quelli che un tempo era begli oggetti in veri reperti archeologici.

Invece, il vintage oggi ha un incredibile fascino.

 

Si moltiplicano negozi e mercati a cielo aperto specializzati in vintage, che acquistano, restaurano e infine rivendono al pubblico.
Perché preferire cose usate a quelle nuove di zecca, appena fabbricate e quindi realizzate con materiali moderni e sicuramente molto performanti?

L’industrializzazione ha modificato completamente i processi, la maestria e la specializzazione richiesta nelle lavorazioni manuali oggi è sostituita dalle macchine automatiche. Nulla é piu unico e speciale perché viene realizzato in serie di migliaia di pezzi esattamente uguali. La velocitá e la praticitá hanno preso il posto (e quel sottile romanticismo) dell’artigianalitá.

Quale eccentrico feticismo si nasconde dietro alla riesumazione del vintage in un’epoca di enorme sviluppo tecnologico, ricerca e applicazione tecnica? Mi sono data una risposta. Nel vintage si sintetizza l’unicitá, la personalitá e la tangibilitá delle epoche passate. Si tratta della sensazione unica di respirare la storia personale degli oggetti e delle persone che li hanno realizzati, posseduti, toccati, usati.

Quando penso al vintage mi viene subito in mente una vecchia foto della mia città con le persone che passeggiano calme. Posso fare un confronto immediato, dove adesso trovo strade trafficate e rotatorie prima c’erano ampi piazzali.

Oppure penso ad un abito da sera. Chi lo ha indossato e in quali occasioni? Quali ricordi porta con sé? Il vintage lascia spazio alla nostra curiositá e all’immaginazione.

Per questo il vintage é come il buon vino: aumenta di valore e pregio con il passare del tempo.

Cin Cin!

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *